ultima cena

ultima cena

mercoledì, dicembre 20, 2006

Bisogno di vacanze

Innanzi tutto chiedo scusa per la mia lunghissima astensione da questo fantastico mondo che ci siamo create ma a questo punto non posso proprio fare a meno di dire ciò penso, anzi mi sento in dovere di dare una risposta, visto che sono stata chiamata in causa in modo abbastanza fuori luogo.
Ora, va bene sbottare, rimanere delusi e renderlo pubblico in nome dell’amicizia e del rapporto aperto e sincero che ci lega. Credo anzi che più o meno sia capitato a tutte noi almeno una volta senza particolari conseguenze catastrofiche!
La cosa che però mi ha lasciata perplessa e sinceramente anche un po’ offesa è questo modo di affrontare le cose che, se mi permettete mi pare racchiuda un inutile egocentrismo. Inutile perché credo che nessuno abbia bisogno di dimostrare niente a nessuno. Io credo che tutti possano interpretare male certi avvenimenti, in particolare quando l’argomento di discussione è l’amicizia e poi come in questa occasione rendersi conto di aver esagerato e gridarlo a tutte. Però concedere il beneficio del dubbio a chi dice di stare male o di passare un periodo no o magari di avere la febbre, mi pare abbastanza normale. In particolare quando le persone in causa sono da sempre fondamentali per il gruppo………………come anche giustamente ci è stato fatto notare.
Però dalle scuse mi sembra che si è andato un po’ oltre.
Ecco se c’è qualcuno che non ha commentato questo avvenimento da prima pagina e ha scelto il silenzio potrebbe avere svariati motivi: es. altri gravi pensieri, poco tempo a disposizione, pc fuori uso, aver dimenticato l’username per accedere al blog ecc.
Ecco quello che mi ha fatto veramente girare le scatole è che, se per caso qualcuna di noi, che magari sabato scorso si è pure divertita e non ha dato assolutamente peso a ciò che è successo, non per menefreghismo ma per superiorità, abbia avuto uno solo di questi impedimenti debba essere definita come “PIATTA E BANALE”.
No, a me questo non sta bene e consiglio anche di consultare un dizionario prima di usare certe parole, nei confronti di chiunque, perché si, magari, certi vocaboli fanno molta scena ma saperne il significato il più delle volte può servire ad evitare di insultare la gente.
Credo, come Simo, che questo blog sia fatto apposta per comunicare.

3 commenti:

linda ha detto...

La mia speranza è che abbia interpretato male certi pensieri esposti e se fosse così, come spero, mi prostituirò per chiedere scusa.

enrica ha detto...

intervengo solo ora (il computer è in studio e come sapete da qualche mese sono a casa e saltuariamente vado a casa dei miei genitori) e solo per augurare a tutte voi un buon natale. spero di ricevere in regalo un po' di tempo per riposare la testa che da troppo tempo lavora e inizia a pesare.
non c'è da aggiungere altro alle parole della Linda se non che non essendo più bambine la vita inizia a farsi un pò più complessa di prima, occorre far fronte a responsabilità, problemi, difficoltà. ma abbiamo le spalle grosse per farlo, ognuno a suo modo e con i sui tempi. c'è chi ha bisogno di una buona parola, c'è chi ha bisogno di conentrarsi solo su se stessa per raccogliere le forze, chi trova l'energia al di fuori...siamo tanto diverse l'una dall'altra e tanto belle insieme proprio per questo.
diamo tempo a chi ne ha bisogno, una mano a chi la chiede, un urlo a chi scazza, una carezza a chi piange.
un abbraccio a tutte e visto che ci sono vi faccio gli auguri anche per l'anno nuovo..chissà quando tornerò a leggere il blog...

lamamma ha detto...

ho chiesto scusa, ma devo averlo fatto di merda perchè mi è arrivata addosso una sassaiola
le mie volevano essere umili e pubbliche scuse, ma ho imparato qualcosa
mi dovesse succedere di sbagliare nuovamente - non sia mai - sto zitta, che faccio più figura
Sono felice che vi siate divertite tutte
Sono sinceramente dispiaciuta di aver esagerato
Spero mi possiate perdonare, chissà forse un giorno... magari per il mio compleanno?